9 agosto “Montescaglioso nel Mondo: l’artista Tomàs Ditaranto”originario di Montescaglioso, candidato a diventare personaggio museale di Castel Lagopesole

Nella serata evento del 9 agosto “Montescaglioso nel Mondo: l’artista Tomàs Ditaranto” a cura dell’Amministrazione Comunale – Assessorato alla Cultura – su iniziativa dell’Associazione A.I.D.E. Montescaglioso, del Consiglio Donne2019 e della Testata Giornalistica Suditaliavideo, sarà ufficialmente presentata la candidatura a personaggio museale del pittore Tomàs Ditaranto.L’evento, era stato già annunciato il 21 luglio scorso durante una conferenza stampa in Consiglio Regionale nella quale il Museo dell’Emigrazione Lucana -Centro Nino Calice – Lucani nel Mondo di Castel Lagopesole, il Dipartimento Presidenza e sistemi Culturali e Turistici della Basilicata e l’ANCI Basilicata, avevano presentato le attività di promozione ed i seminari sui personaggi museali di San Fele, Oppido e Montescaglioso. L’iniziativa, che rientra nel cartellone degli eventi estivi dell’ Amministrazione comunale di Montescaglioso, si terrà nella splendida cornice dell’ Abbazia Benedettina di San Michele Arcangelo della Città Gioiello d’Italia alle ore 20:30.
Ditaranto, nacque a Montescaglioso nel 1904 ed emigrò con la famiglia in Argentina, dove ebbe la possibilità di studiare ed insegnare presso l’Accademia Nazionale delle Belle Arti Argentine. Affermato artista a tutto tondo, Tomàs Ditaranto è conosciuto in Argentina anche per aver illustrato l’edizione polilingue dell’opera epica “Martin Fierro”. Nella sua arte, esposta nei musei di tutto il mondo, sono raffigurati personaggi in costume e vita quotidiana del nord dell’Argentina, ma anche paesaggi e città europee nonchè scorci lucani e di Montescaglioso a cui Ditaranto era molto legato. Durante l’iniziativa, saranno esposte alcune opere e sarà presentata a cura del Gruppo di lavoro sulla memoria storica locale, una scheda di Tomàs Ditaranto ed alcune notizie sull’albero genealogico, nonché le attività future di concerto con le Istituzioni regionali e locali tese a favorire non solo il recupero della memoria storica sull’emigrazione, ma soprattutto finalizzate a creare nuove opportunità lavorative, turistiche, commerciali e di attrattività del territorio. Interverranno, oltre al Sindaco Vincenzo Zito e all’assessore alla Cultura Maria Scaramuzzo, in ordine di interventi, il coordinatore del Museo dell’Emigrazione di Castel Lagopesole, Luigi Scaglione, il presidente dell’ANCI Adduce, l’assessore regionale Benedetto, il presidente del Consiglio Mollica, il presidente regionale Pittella e il Vice Ministro Bubbico.
Ufficio Comunicazione
AIDE – Donne2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *